La mappa che non è una mappa!
1645
single,single-post,postid-1645,single-format-standard,edgt-core-1.1.2,ajax_fade,page_not_loaded,,vigor-ver-1.5,vertical_menu_enabled, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.3,vc_responsive
portafoglio-da-viaggio-mytravelife

La mappa che non è una mappa!

La paura più grande di quando si è in viaggio (soprattutto in alcuni posti) è il furto. Sono tantissimi gli stratagemmi e le soluzioni bizzarre e fantasiose degne di un Arsenio Lupin al contrario per proteggere i propri beni.

Accodandoci alla serie di idee semplici, ingegnose e ad un costo irrisorio (qualche euro) vi presentiamo un gadget geniale che è molto più di un gadget.

Quella che – a prima vista – non è altro che una mappa stradale di una città, in realtà, è un portafoglio da viaggio!

portafoglio da viaggio - my travelife

Tramite le sue ripiegature permette di avere tasche interne per contenere sia banconote sia carte di credito.

Il materiale con cui è costituito non è semplice carta bensì Tyvek, un brevetto DuPont degli anni ’60, un materiale sintetico difficile da strappare ma facilmente tagliabile con forbici o coltello.

Tyvek, ad un primo sguardo, sembra carta ma in realtà è fatta da migliaia di fibre plastiche lunghe creando dei fogli che sono allo stesso tempo leggeri, impermeabili, sottili e resistenti allo strappo, in più abbina la resistenza all’umidità delle tasche quando lo portiamo con noi.

Noi lo abbiamo comprato nel negozio Tiger! Insomma una curiosa soluzione per passeggiare nelle strade delle città con l’animo più tranquillo!

Buon viaggio!

 

Share it!
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •