MyBulgarianLife - Un viaggio alla scoperta della Bulgaria
50619
single,single-post,postid-50619,single-format-standard,edgt-core-1.1.2,ajax_fade,page_not_loaded,,vigor-ver-1.5,vertical_menu_enabled, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.3,vc_responsive
Viaggio in Bulgaria - My travelife

MyBulgarianLife – Un viaggio alla scoperta della Bulgaria

Sono partita un po’ titubante. A est…in un posto martoriato dalla storia fino all’altro giorno…non ne parla mai nessuno di fare un viaggio lì….

 

Poi i commenti sarcastici di alcune persone. La Bulgaria? Solo tu potevi scegliere di andare in Bulgaria? Guarda che non ci sta niente in Bulgaria. E che vai a fare in Bulgaria?

 

Un viaggio è un modo per scoprire un luogo e sono state due settimane intense, macinando tanti km in macchina (2026 Km per la precisione e qualcosa di più se aggiungiamo quelli a piedi!). Il mondo è tutto bello. Ogni posto ha la sua storia, le sue vicissitudini e le sue usanze.

 

Spesso i pregiudizi frenano la nostra sete di conoscenza, spesso ci mettono in testa dei pregiudizi e dei timori che non rispecchiano la realtà. L’ignoranza fa sempre male ma il desiderio di colmarla e andare in un luogo per farlo è vitale.

 

Ho scoperto una nazione che non mi aspettavo. Una nazione con una storia articolata e sfortunata, piena di scelte sbagliate e che ha vissuto il peggio dei periodi storici moderni. Una nazione che è felice di se stessa e dei propri sacrifici, nonostante tutto, nonostante i segni del tempo siano forti e visibili.

 

Ho avuto modo di parlare con i bulgari, un popolo gentile e disponibile. Sorridenti e accoglienti.

 

Visitando da subito zone rurali mi sono sentita spaesata. Arretratezza, degrado e povertà sono evidenti, tangibili, in alcune zone in particolare. Quando si viaggia con le braccia della mente aperte ad accogliere a comprendere il perché delle cose l’impressione di trovarsi in un campo rom a forma di nazione prende il posto a mille sfaccettature. Si nota come nonostante le difficoltà le persone si siano date da fare, dove esiste il senso civico anche in coloro che sono maggiormente disagiati. Pulizia, ordine e decoro sono il tratto comune nelle città e nei paesi elementi che per chi vive nelle grandi città metropolitane spesso sembrano un ricordo lontano.

 

viaggio in Bulgaria - MyTraveLife

 

Ci sono due autostrade, molte strade ad alto scorrimento sono ancora in costruzione, il paesaggio è spesso rurale a volte potrebbe sembrare noioso. Esso è intervallato da elementi sovietici che ricordano la grande alleanza tra Bulgaria e Russia, ma spesso sono abbandonati…come se si volesse dimenticare quel momento storico…ma poi neanche tanto.

 

L’influenza Turca e Greca è fortissima soprattutto nel cibo. C’è ancora tanta genuinità nei prodotti che spesso sono comprati dagli agricoltori locali ed è raro trovare prodotti che non sono di stagione, a meno che non si vada nei grandi supermercati e centri commerciali che nei pressi delle città principali non mancano.

 

Nei giorni di permanenza in Bulgaria abbiamo condiviso con chi ci segue sui social network dei piccoli riassunti delle giornate tramite delle fotografie. Inutile dire che non bastano a descrivere tutto quello che abbiamo vissuto e visto e che vi racconteremo attraverso le pagine di questo blog.

 

Il nostro racconto di viaggio…inizia ora…seguici tramite il tag MyBulgarianLife per leggere tutti gli articoli.

 

Puoi consultare l’itinerario completo nell’articolo: Visitiamo assieme la Bulgaria!

 

MyBulgarianLife

Se ti è piaciuto questo viaggio ti consiglio anche:

Share it!
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •